Viaggio della Memoria 2019

Piacenza-Auschwitz/Birkenau: dall’applicazione delle leggi razziali alla Shoah

Luogo e data: Cracovia, KZ Auschwitz-Birkenau, lunedì 4 febbraio – venerdì 8 febbraio 2019

Questionario di autocontrollo ANONIMO

Cosa so prima, cosa non so, cosa posso conoscere

Il viaggio si configura come il ritorno nel luogo simbolo della Shoah e nell’ottantesimo delle Leggi razziali un percorso a ritroso dall’applicazione anche nel nostro territorio della “persecuzione della parità e dei diritti” all’Olocausto di quattordici persone di “razza semitica” nate o viventi a Piacenza. Seguendo l’impostazione caratterizzante i viaggi organizzati dal nostro Istituto, si mantengono i due requisiti fondamentali: il collegamento con la storia del territorio, ripercorsa attraverso la ricerca dell’Istituto e la documentazione e il legame con le istituzioni e la cittadinanza di cui la comunità viaggiante è espressione e testimone dell’esperienza di viaggio. La destinazione e il lungo viaggio favoriscono momenti di formazione e riflessione sull’infamia perpetrata anche in Italia con il ‘salto di qualità’ persecutorio nei confronti del popolo ebraico. Cracovia, nel suo quartiere di Kazimierz, ospitò per secoli una comunità ebraica vivace e fiorente, creatrice di uno straordinario filone letterario in lingua Yiddish. A Cracovia il quartiere sarà meta di visita con le sue sinagoghe (ne sono presenti ben sette). Nel quartiere di Podgorze, dove i nazisti concentrarono gli ebrei trasformandolo in un ghetto, si visiteranno la fabbrica del Giusto Oskar Schindler, la Farmacia dell’Aquila (rifugio per molti ebrei) di un altro Giusto fra le Nazioni, il farmacista Tadeusz Pankiewicz, e il vicino campo di lavoro (e poi di concentramento) di Plaszow. La galassia concentrazionaria di Auschwitz-Birkenau assorbirà un’intera giornata: dai blocchi dello Stammlager (Auschwitz I) al campo di sterminio di Birkenau (Auschwitz II), al museo e ai memoriali che la volontà di non dimenticare ha fatto erigere in questo lembo di Alta Slesia.  Il Gruppo ricorderà i 14 piacentini deportati per “motivi razziali” nel luogo della loro sofferenza, i loro nomi, le loro storie, prima e dopo la deportazione.

PROGRAMMA DI MASSIMA

Lunedì 4 febbraio 2019 – Viaggio
Mattina: Partenza pullman da Piacenza (ore 04.00)
Pomeriggio: Arrivo a Cracovia (ore 20.00)  Sistemazione e cena in hotel***
Martedì 5 febbraio 2019 – Cracovia e Kazimierz
Mattina: Visita guidata alla città di Cracovia – la città polacca per definizione (2h)
Pomeriggio: Visita al quartiere ebraico di Kazimierz – il meglio conservato ex-quartiere ebraico d’Europa (2h)
Cena in hotel
Mercoledì 6 febbraio 2019 – KZ Auschwitz
Mattina: Visita alla Judenrampe e Auschwitz II – Birkenau (3,5h)
Pranzo in ristorante
Pomeriggio: Visita a Auschwitz I – Stammlager (3,5h)
Cena in hotel
Giovedì 7 febbraio 2019 – L’ex ghetto di Podgórze
Mattina: Visita alla fabbrica di Schindler (1,5h)
Visita all’ex Ghetto a Podgórze (1h), Visita al campo di Plaszow (1h)
Pomeriggio: Tempo libero
Venerdì 8 febbraio 2019 – Viaggio
Mattina: Partenza da Cracovia (ore 04.00)
Pomeriggio: Arrivo a Piacenza (ore20.00)

DESCRIZIONE DELLE AZIONI COLLATERALI, PREPARATORIE E CONCLUSIVE DEL PROGETTO

(es. formazione, incontri di restituzione, iniziative pubbliche, eventi culturali, ecc..)

• Formazione: somministrazione questionario; incontri preparatori (+ quelli nelle singole scuole richiedenti) da tenersi in gennaio e febbraio 2019: un incontro a cura di Istoreco (Reggio Emilia) e due a cura di Isrec Piacenza, in seduta plenaria e nelle scuole con il maggior numero di aderenti in occasione del Giorno della Memoria, con esposizione della Mostra sulle Leggi razziali;
• Evento culturale preparatorio: visite guidate alla mostra “Piacenza 1938-1945. Le leggi razziali”
• al cinema per i partecipanti in occasione del Giorno della Memoria
• Durante il viaggio: saranno presenti gli storici e formatori dell’Isrec; un ricercatore di Istoreco per autobus, che si occuperanno della contestualizzazione storica e della mediazione linguistica.
•  Visite guidate: le visite guidate sono svolte da professionisti con particolare specializzazione sui temi proposti Le visite in loco si svolgono tutte in piccoli gruppi di 20/25 persone
• Restituzione pubblica: marzo 2019, in accordo con le scuole: proiezione dei lavori multimediali degli studenti e risultati della elaborazione dei questionari

Date appuntamenti obbligatori

1. Per e-mail, dicembre 2018: somministrazione questionario
2. Borgo Faxhall, 14 dicembre 2018-23 gennaio 2019: “Dalle leggi razziali alla Shoah”, visite guidate alla mostra;
3. Campus Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, 17 dicembre 2018 ore 15-18: lezione sull’antisemitismo e la deportazione a Piacenza
4. Campus Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, 17 gennaio ore 15-18: le tappe dello sterminio degli ebrei d’Europa; storiografia e i testimoni di Claude Lanzmann
5. Sala Cinema Corso, 25 gennaio 2019, ore 10-13: visione del film “Il figlio di Saul” di László Nemes (107’) (replicabile nelle mattinate precedenti e successive a Castel San Giovanni e a Fiorenzuola); gratuito per i partecipanti al VM
6. Campus Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, 30 gennaio ore 15-17: incontro con i formatori di Istoreco
7. Restituzione in luogo a definire: 29 marzo 2019, ore 15-17

DESCRIZIONE DEGLI OBIETTIVI E DEI RISULTATI ATTESI

– Coinvolgimento e aggregazione di studenti provenienti dalle scuole pubbliche e private secondarie di secondo grado della Provincia di Piacenza, in gruppi rappresentanti gli stessi istituti scolastici di provenienza, che si impegnano a seguire tutti i passaggi di formazione e ad attivare iniziative di diffusione e di restituzione nelle loro classi, nelle rispettive scuole e di fronte alla cittadinanza.

– Abbassamento della quota di partecipazione a carico degli studenti.

– Aumento del numero di scuole coinvolte nel progetto.

– Allargamento della partecipazione agli incontri di formazione organizzati anche ai maturandi con maggiore impatto delle attività proposte e diffusione dell’iniziativa.

– Valorizzazione delle attività preparatorie e conclusive del viaggio.

– Produzione e pubblicazione della documentazione sui blog, siti web, pagine social della Regione, dell’Isrec e delle scuole.

– Il viaggio viene seguito da un giornalista del quotidiano locale “Libertà”, con resoconto giornaliero e divulgazione dell’esperienza vissuta dai ragazzi

– Incontro di restituzione aperto alla cittadinanza.

– Allargamento della partecipazione personale e attiva alla elaborazione di una memoria condivisa sulla Shoah

NUMERO DEGLI STUDENTI CHE PARTECIPANO AL PROGETTO: 160
EVENTUALE COINVOLGIMENTO DI STUDENTI DISAGIATI: l’istituto invia a tutte le scuole coinvolte un espresso invito a favorire con risorse proprie, degli enti locali e di eventuali sponsor la partecipazione al viaggio di alunni meritevoli ma disagiati.
SCUOLE CHE PARTECIPANO AL PROGETTO: 8
Costo complessivo e QUOTA DI PARTECIPAZIONE integrale senza contributi 73.000,00 euro – 456,00 euro cadauno

Sostengono economicamente il Progetto: Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna, Coop San Martino, Associazione mutilati e invalidi di Guerra, Comuni di piacenza, Fiorenzuola, Castel San Giovanni